Page d'accueil » Les bois
Partager

Les bois


Le bois est un matériel vivant, chaleureux et fascinant qui stimule les sens.
 

Au toucher le bois a une température proche de celle du corps humain; Au regard son veinage et ses nuances de couleur font de lui un matériel esthétiquement unique et inégalé.
La versatilité du plancher de bois explique pourquoi ce matériel a un rôle irremplaçable depuis toujours.

A différentes essences, différentes passions. Divers contextes. Différentes personnalités. Grain du bois, tons chauds, tons froids, tons clairs, tons foncés.
Chaque  plancher de bois a sa propre empreinte, qui vivra avec vous. Un plancher de bois qui habitera votre maison et comme vous, représentera et caractérisera cette dernière d'une manière unique.
Le choix du Parquet donnera à votre vie un nouveau savoir unique et irremplaçable.

Vous trouverez ci-dessous les types de bois précieux utilisés pour créer les planchers de bois.


L'Acacia

Nome botanico: Robina pseudoacacia.
Origine: Pianta indigena delle zone montuose Orientali degli Stati Uniti.
Ossidazione: Bassa.
Colore e fibratura: La tonalità non è uniforme a causa della presenza di fluorite. L’alburno si presenta giallo mentre il durame bruno o bronzeo con tessitura media e fibratura diritta. L’ossidazione conferisce un colore caldo bruno-rosato.
Le caratteristiche meccaniche sono buone come la durabilità.

L' érable européen

Nome botanico: Acer saccharum e Acer Nigrum.
Origine: Stati Uniti nordoccidentali, Stati dei Grandi Laghi degli Appalachi e dal Canada.
Ossidazione: Bassa.
Colore e fibratura: Essenza dura che produce un legno dalle tinte bianco crema intervallate da tonalità rossicce. Gli alberi dal fusto più largo possono presentare un durame bruno cupo. Gli aceri americani duri sono spesso caratterizzati da una fibratura dritta. Tuttavia, possono avere anche una fibratura aggrovigliata od ondulata che produce un pregevole effetto visivo.

L'Afrormosia

Nome botanico: Afrormosia eleta.
Origine: AFRICA / Africa occidentale, in particolare Repubblica del Congo/Nigeria.
Ossidazione: Elevata.
Colore e fibratura: Il durame ha una colorazione che varia dal bruno dorato al bruno più cupo con l’esposizione alla luce; l’alburno è stretto, di colore più chiaro e nettamente differenziato. La tessitura è moderatamente fine, la fibratura varia da rettilinea ad intrecciata; è simile al Teak. Colorazione uniforme.

Bubinga

Nome botanico: Guibourtia tessmannli.
Origine: AFRICA / Gabon, Camerun, Repubblica Democratica del Congo.
Ossidazione: Bassa.
Colore e fibratura: Fibratura mista. La sua colorazione varia dal bruno rossiccio medio a scuro con venature violacee, anche se in alcuni casi sono leggermente più chiare.

Cabreuva incenso

Nome botanico: Myrocarpus fastigiatus.
Origine: America Centrale, Paraguay, Argentina, Brasile.
Ossidazione: Media.
Colore e fibratura: Il durame ha una colorazione che varia dal bruno dorato al bruno più cupo con l’esposizione alla luce; l’alburno è stretto, di colore più chiaro e nettamente differenziato. La tessitura è moderatamente fine, la fibratura varia da rettilinea ad intrecciata.

Le baumier du Pérou

Nome botanico: Myroxylon balsamum.
Origine: Ha un vasto areale di diffusione, che si estende in direzione sud dal Messico meridionale all’America Centrale fino ad arrivare in Argentina.
Ossidazione: Bassa.
Colore e fibratura: Il durame ha una colorazione bruno-rossastra tendente al rosso scuro o al violaceo con l’esposizione alla luce; varia da abbastanza uniforme a rigato; è nettamente differenziato dall’alburno che invece è bianco. È caratterizzato da una lucentezza medio-alta, una tessitura media ed una fibratura tipicamente intrecciata. È privo di un sapore distintivo, ma può presentare un piacevole odore speziato.

Le cerisier européen

Nome botanico: Prunus Serotina.
Origine: Europa, Nord America.
Ossidazione: Bassa.
Colore e fibratura: L'alburno è stretto e giallastro, mentre il durame è bruno rosato che si accentua notevolmente con la stagionatura e l'invecchiamento. Legno robusto; buona resistenza alla flessione e all'urto.

Le bois de Doussié

Nome botanico: Afzelia bipindensis.
Origine: Africa occidentale, centrale e orientale. Cresce nelle fitte foreste sempreverdi, ma è comune anche nelle savane e nelle foreste costiere dell’Africa orientale.
Ossidazione: Elevata.
Colore e fibratura: Il durame ha una colorazione dal rosso salmone al bruno arancio che ossidando può diventare ramato o bruno rossiccio. La fibratura è spesso intrecciata o leggermente ondulata.

Le Hêtre Commun

Nome botanico: Fagus sylvatica.
Origine: EUROPA / Croazia, Slovenia, Francia, Russia.
Ossidazione: Bassa.
Colore e fibratura: Il durame è principalmente roseo bruno chiaro; l’alburno è in genere bianco pallido. La fibratura è normalmente stretta e dritta, con tessitura regolare.

L'Iroko

Nome botanico: Chlorophora excelsa e Chlorophora regia.
Origine: Crescono nell’Africa orientale ed occidentale. La Chlorophora excelsa si estende per tutta l’Africa tropicale, mentre la Chlorophora regia cresce nell’Africa occidentale dal Gambia al Ghana.
Ossidazione: Elevata.
Colore e fibratura: Bruno cupo e miele dorato. Fibratura principalmente dritta. L’Iroko è più duro ma leggermente meno resistente del Teak. Entrambi i legni sono impiegati nella produzione di panchine per giardini o parchi.

Le bois du Jatoba

Nome botanico: Hymenaea Courbaril.
Origine: America centrale e meridionale.
Ossidazione: Elevata.
Colore e fibratura: Gli elementi in legno di Jatobá possono contenere concrezioni minerali con colorazione dal biancastro al giallo limone, accentuata stonalizzazione che si accentua con l'ossidazione. Ogni elemento in legno della medesima specie legnosa possiede un aspetto originale ed unico, che dipende sia dalle caratteristiche climatiche e mineralogiche del luogo di accrescimento della pianta di provenienza

Le Mélèze d'Europe

Nome botanico: Larix decidua.
Origine: Albero diffuso nelle montagne dell’Europa Centrale.
Ossidazione: Bassa.
Colore e fibratura: La tessitura è medio-fine, la fibratura per lo più diritta. Presenta alburno bianco giallastro e durame bruno rossastro molto resinoso. Pregevoli doti di questo tipo di legno sono l’ottima resistenza meccanica e durabilità anche in ambienti poco favorevoli.

Le Noyer Européen

Nome botanico: Junglas Regia.
Origine: EUROPA / Italia, Croazia, Slovenia.
Ossidazione: Bassa.
Colore e fibratura: Il Noce europeo è un legno scuro con fibratura ondulata ed ovigliata. La sua colorazione varia da bruno dorato a bruno più cupo. L’alburno è biancastro. Pregevoli sono le figurazioni date dalla fibratura.

Le bois d'olivier

Nome botanico: Olea europea.
Origine: EUROPA / Italia, Croazia, Slovenia.
Ossidazione: Bassa.
Colore e fibratura: Albero molto diffuso nell’area Mediterranea e in Italia meridionale. L’alburno è giallognolo o bruno chiaro, il durame a contorno irregolare, è bruno con sfumature rosa e strisce più scure fino al nero. La tessitura è finissima e la fibratura molto tormentata ed irregolare.

L'Ovangkol

Nome botanico: Guibourtia ehie.
Origine: Costa d’Avorio, Ghana, Nigeria meridionale, Gabon.
Ossidazione: Media.
Colore e fibratura: Il durame ha una colorazione dal bruno dorato al bruno più cupo con righe che variano dal grigio al nero. L’alburno è bianco-giallastro, largo circa 10 cm, nettamente differenziato. Tessitura moderatamente grossolana; fibratura variabile da dritta ad intrecciata. Gradevole alla vista, meno all’olfatto, specie se appena tagliato.

Le Padouk d'Afrique

Nome botanico: Pterocarpus osun.
Origine: Grande albero diffuso nell’Africa equatoriale, dalla Nigeria all’Angola.
Ossidazione: Media.
Colore e fibratura: Si presenta con alburno biancastro o giallognolo differenziato dal durame di colore rosso vivo. Dopo la stagionatura assume un colore rosso-bruno privo di lucentezza. La tessitura è mediamente grossolana e la fibratura piuttosto regolare.

Le Palissandre

Nome botanico: Dalbergia nigra.
Origine: Foreste tropicali del Brasile centro-orientale.
Ossidazione: Bassa.
Colore e fibratura: L’alburno, che è piuttosto largo e con contorni irregolari, è di colore biancastro, al contrario del durame che si presenta bruno violetto o porporino, variegato con strisce più cupe. Per la presenza di estrattivi di natura oleosa nei tessuti, il palissandro conferisce alle superfici levigate un aspetto generale grasso.

Le Poirier

Nome botanico: Pyrus communis.
Origine: EUROPA / Italia, Croazia, Slovenia.
Ossidazione: Bassa.
Colore e fibratura: Il legno di pero è molto denso e durame ha una colorazione dal rosato al rosso arancio che ossidando può diventare ramato o bruno rossiccio. La fibratura è spesso rettilinea o leggermente ondulata.

Chêne

Nome botanico: Quercus petraea.
Origine: EUROPA / Croazia, Slovenia, Francia, Russia.
Ossidazione: Bassa.
Colore e fibratura: Il durame ha una colorazione da bruno dorato a bruno rossiccio; l’alburno varia da biancastro a bruno chiaro. La fibratura è generalmente dritta e la tessitura grossolana; di norma ha una lucentezza bassa ed è privo di odore o sapore distintivi quando essiccato. Grazie ai suoi ampi raggi, il legno presenta numerose figurazioni come accade per il rovere delle zone temperate, ma con pori disposti radialmente od in diagonale invece che ad anello poroso.


Le Teck

Nome botanico: Tectona grandis.
Origine: Birmania (Myanmar), Indonesia.
Ossidazione: Media.
Colore e fibratura: Il durame ha una colorazione che, con l’esposizione alla luce, dal giallo oro cupo diventa bruno cupo. La sua tonalità varia anche appena dopo la lavorazione, quando appaiono macchie e striature di varie gradazioni. L’alburno è giallastro pallido, nettamente differenziato. La fibratura è dritta, a volte ondulata, e la tessitura è grossolana ed irregolare (ad anello poroso). È opaco e risulta grasso al tatto; è profumato quando è appena tagliato.

Le Wengé

Nome botanico: Millettia laurentii.
Origine: Zone paludose della Repubblica del Congo, Camerun, Gabon.
Ossidazione: Bassa.
Colore e fibratura: Il Wenge è un legno dall’aspetto molto caratteristico, con durame bruno cupo. Presenta venature nere strette e fini e bande bianche. Il Wenge è un legno ad alta densità con fibratura dritta e tessitura grossolana. Ha un colore bruno cupo con striature nere e bande bruno chiaro.

Le Zébrano

Nome botanico: Macroberlinia brazzavillensi.
Origine: Africa occidentale, in particolare Gabon e Camerun.
Ossidazione: Media.
Colore e fibratura: Lo Zebrano è di norma venduto in tranciato sul quarto per risaltare al massimo il motivo a strisce che dà il nome a questo legno. Con le caratteristiche bande bruno-nere che si alternano su uno sfondo color tannino, lo Zebrano è un legno usato principalmente a scopo decorativo.



 
      info@magriparquet.it | TVA 03620120166 | LIENS UTILIES |COOKIE POLICY
Copyright © 2013 Sostanza® S.r.l.